News n°4 - 25.10.08

Si è appena chiuso il convegno nazionale di AIF sulla Pubblica Amministrazione (con almeno 150 persone nell'aula magna del rettorato), è ancora in corso il
festival della Creatività alla Fortezza (oltre alle tante proposte creative fin qui viste, segnalo ancora un promettente dibattito sul web 3 domenica mattina), per la prossima settimana attendo con curiosità ed interesse anche l'appuntamento dell' AIB che si prolungherà su novembre con degli attivi interessanti.
Ma soprattutto è stato emozionante partecipare la scorsa settimana alla fiaccolata notturna sulla Scuola Pubblica, con l'assessore Simoncini in testa e subito dietro uno striscione che riuniva tutte le sigle sindacali (e non è che accada proprio tanto spesso), anche perchè come padre di due figli che frequentano una scuola superiore, posso ben vedere la maturità e la responsabilità con cui i giovani stanno gestendo un periodo non facile, caratterizzato da tanti eventi di non facile interpretazione: dai dibattiti in comune alle promesse di incontro del nostro ministro Gelmini, ai ricorsi delle regioni alla consulta fino alle lezioni in piazza: per loro una grande esperienza di crescita nella cultura del dialogo e del confronto, mi verrebbe quasi voglia di dire ... di Agorà.
In effetti, anche su questo versante cioè quello della democrazia partecipata, si stanno concretizzando tantissime cose proprio in questo periodo: ad esempio, ha preso finalmente corpo in Toscana con il prof. Lewansky l'authority della partecipazione, recentemente ho visto un'intelligente gestione degli spazi cittadini con l'inaugurazione della Casa della Creatività avviata da Daniela Lastri, ed il progetto "conto anch'io" con cui un altro assessore comunale, Cristina Bevilacqua, cerca di costruire il regolamento comunale sulla partecipazione democratica.
A me è anche capitato, navigando su FaceBook, di incontrare la disponibilità di qualche associazione locale e di qualche nostro amministratore illuminato: pian piano si sta facendo largo l'idea di avviare un grande processo di partecipazione democratica in grado di raccogliere le energie e le idee di tutti i cittadini (studenti, genitori, professori, ecc.) per concertare soluzioni e definire proposte concrete ed innovative da portare sul tavolo delle decisioni politiche.
Scusate la lunga premessa che potrebbe apparentemente sembrare fuori tema, ma il periodo che stiamo vivendo - con tutti i dibattiti televisivi fino a notte inoltrata monopolizzati solo da questo problema, a proposito: ma l'analisi reale della crisi finanziaria è già finita ? - credo lo meritasse, eppoi questi sono anche ... i problemi della Formazione Professionale.
E veniamo in particolare al nostro settore, dove si stanno concludendo le sperimentazioni avviate dalla regione in 4 province toscane alla luce della prossima attuazione del Sistema Regionale delle Competenze.
Soprattutto per chi governa il sistema, questi verosimilmente saranno mesi di riflessione e di esame dei feedback raccolti sul campo: sulla validazione delle esperienze non formali, sulla tenuta del repertorio in settori specifici, sulle nuove tecniche di orientamento, sono molti gli ambiti in cui occorrerà capire bene le dinamiche e gli impatti del cambiamento.
Ma c'è anche da segnalare un altro ambito, forse ancora più cogente almeno per gli organismi formativi: è quello della certificazione delle agenzie formative, dove sono appena iniziate le attività di audit da parte di Saforet sulla base dei nuovi parametri concertati a livello regionale e già si intravedono processi più strutturati e nuove professionalità al loro interno.

Dalla delibera regionale n.3525 del 04-08-08, se non ho sbagliato il conto, sono 459, a cui vanno sommati i 9 soggetti usciti dal bando di concentrazione, le agenzie che devono essere visitate nei prossimi mesi, e siamo peraltro anche prossimi alla definizione delle regole per le scuole ed il mondo universitario.
Una riflessione allora mi sorge spontanea per la figura professionale del Formatore, riflessione certo personale ma spero anche abbastanza condivisibile: delle "vecchie" agenzie qualcuna si è accorpata, in molte si sono sciolte rinunciando a richiedere l'accreditamento ... io però credo che questo non debba essere motivo di preoccupazione per il formatore, nella misura in cui il bisogno di formazione, soprattutto di formazione di qualità, è destinato a crescere (sul piano quantitativo, basta confrontarsi con gli altri paesi europei per vedere quanto siamo al di sotto della media: ad es., dati Isfol sulla formazione continua), anche se sempre più spesso incontro qualcuno che mi dice che sta cambiando mestiere.
Forse siamo davvero alla sfida decisiva, anche sul piano professionale, per la Qualità della Formazione.
Certo il settore è in una fase un particolare, noto con piacere che si moltiplicano le proposte associative per il "mercato dei formatori", qualcuno ci ha anche confuso con altre proposte che stanno nascendo in questo periodo, ma noi al massimo potremmo confrontarci con loro (ed anche molto volentieri, a dire il vero ho anche provato qualche contatto ma per il momento senza grande successo).
Si perchè questo nuovo gruppo di lavoro sulla Formazione Professionale che ho l'onore di guidare fa parte di AIF, che - oltre ad avere la sua storia, la sua identità ed i suoi valori ben definiti oramai da tempo -, non vuole certo costituire una specie di sindacato per una categoria professionale particolare (per questo ci sono già tanti altri soggetti che svolgono e bene questo mestiere), ma uno spazio nuovo ed aperto in cui confrontarsi ed arricchirsi reciprocamente, forte anche di una convinzione di fondo, cioè che solo la professionalità dell'individuo può realmente determinare il suo valore garantendone così la sua occupabilità sul mercato.
In pratica, quello che vi avevo promesso la volta scorsa ve l'ho già anticipato e mi resta peraltro pochissimo spazio per le battute finali, quindi in sintesi vi devo comunicare ufficialmente che:
Il gruppo di lavoro Aif sulla "Formazione Professionale e Certificazione delle Competenze" è già operativo, avendo concertato nell'ultimo consiglio direttivo la sua outline a breve-medio termine.
Un gruppo che vuole supportare il miglioramento del sistema integrato istruzione - formazione -lavoro toscano soprattutto sul piano professionale e culturale, e che si dovrà necessariamente relazionare anche con gli attori istituzionali e le strutture di riferimento sul territorio, ma da vedere sempre e comunque come un gruppo di individui che si confrontano all'interno di una ... agorà !
Abbiamo già in cantiere l'organizzazione di tre attività seminariali per il prossimo anno, appuntamenti da definire all'interno del nostro Aif Book 2009 di prossima pubblicazione:

·
Febbraio ’09: “La professione del Formatore tra vincoli, regole, valori, professionalità e competenze”
con Regione Toscana settore FSE, fondi interprofessionali, parti sociali, mondo universitario
· Giugno ’09: Standard minimi di competenze: confronto di esperienze territoriali”
con Isfol, Regione Toscana, altre regioni e province autonome, partner di sviluppo
· Ottobre ’09: “I nuovi strumenti operativi per la gestione delle competenze”
con agenzie formative, partner, gruppi di studio interni

Non abbiamo e non vogliamo avere una fissa dimora, ma saremo di volta in volta ospitati dai soggetti che andremo a coinvolgere, utilizzando anche i tanti "spazi aperti" che si incontrano sul territorio toscano, dalle aule universitarie alle biblioteche cittadine, dalle scuole ai centri per l'impiego (e personalmente attendo di vedere con impazienza anche quello di NovoLab che l'assessore Stefania Saccardi inaugurerà la mattina del 6 novembre), e qualcuno - certo va di moda di questi tempi - potrebbe anche pensare alle ... piazze, l'importante è che siano in grado di accogliere le nostre agorà !
Vi devo anche segnalare che è in preparazione un evento nazionale Aif su questi temi al quale chiaramente cercheremo di portare il nostro contributo.
E sono comunque già tantissime le linee emerse al nostro interno sui problemi da affrontare: le regole del sistema, il linguaggio comune, le competenze professionali degli operatori, i rapporti tra education ed impresa e sicuramente dimentico qualcosa.
Abbiamo però ora bisogno di impostare un confronto razionale e con metodo, efficace ed al tempo stesso creativo,  in grado di generare le nostre priorità di azione e guidare lo sviluppo del nostro lavoro futuro.
Ai primi di novembre si svolgerà quindi la prima riunione del gdl Aif sulla FP, tecnica e ristretta - scusate se non ho potuto invitare tutti, ma anche le nostre agorà hanno i loro limiti di spazio - in cui condividere tematiche ed aree di lavoro, raccogliere le prime disponibilità ed esprimere le progettualità dei soggetti coinvolti, in modo da favorire la crescita e lo sviluppo qualitativo del gruppo.
Subito dopo, a metà novembre quindi, attiveremo vari gruppi di lavoro specifici sui temi che saremo stati in grado di focalizzare, facendo chiaramente leva anche sulle nuove tecnologie.
A cominciare dalla piattaforma Trio - che, a dire il vero, tanto nuova ormai non lo è più -, dove abbiamo già attivato un forum che porta il nome proprio del nostro gruppo:
Formazione Professionale e Certificazione delle Competenze - AIF
Questa community virtuale dovrà infatti servire soprattutto a tenerci in contatto anche a distanza, come punto di interscambio tra noi per tutti i "prodotti" significativi: cominceremo ad inserire le raccomandazioni europee, i documenti di lavoro regionali, le delibere più significative sul tema fino ad arrivare a ... riempirla con le nostre proposte ed i prodotti del nostro gruppo di lavoro (per chi già mi segue da tempo, sono i soliti documenti caposaldo in materia, per chi si affaccia ora a questo spazio-problema può essere un modo per allinearsi rapidamente).
E per finire, per chi non se la sente per ora di entrare in Aif e contribuire attivamente al gruppo FP, beh, non preoccupatevi: continuerò comunque a bombardarvi con le news, ed in modo sempre più strutturato ed interessante per voi, almeno me lo auguro.
Spero di incontrarvi presto nella nostra Agorà,
Luigi Taccone
_____________________________
Per chi si è perso le puntate precedenti:
news 3 - 04.10.08
news 2 - 13.09.08
news 1 - 21.07.08